Piaggio P180 Avanti II, il mito italiano

Uno dei migliori velivoli executive e da trasporto mai realizzati è il Piaggio P180 Avanti II, il bimotore turboelica costruito dall’italiana Piaggio Aerospace.

Piaggio P180 Avanti II - immagine frontale
Photo credits to Piaggio Aerospace

Panoramica

Progettato e sviluppato dall’ingegnere aeronautico Alessandro Mazzoni a partire dal 1980, il Piaggio P180 Avanti II è uno dei velivoli più versatili in circolazione ed è attualmente in dotazione alle principali istituzioni nazionali (Polizia di stato, Carabinieri, Aeronautica Militare, ENAV) ed internazionali.

La configurazione a tre superfici portanti, denominata 3LSC o Three-Lifting-Surface-Configuration, è stata brevettata proprio dall’ingegnere Mazzoni che ne detiene tutt’ora i diritti dal 1988.

Piaggio P180 Avanti II - Configurazione a tre superfici portanti
3LSC o Three-Lifting-Surface-Configuration, il brevetto dell’ing. Alessandro Mazzoni

Descrizione

Il Piaggio P180 Avanti II è un bimotore turboelica pressurizzato, con eliche spingenti e con tre superfici portanti. La configurazione ad eliche spingenti stata è ripresa dai velivoli P-136 e P-166 con lo scopo principale di ridurre il rumore delle eliche percepito dai passeggeri in cabina.

La capacità di trasporto, in configurazione standard è fino a 11 passeggeri (piloti inclusi) e la configurazione alare è di tipo trapezoidale ad angolo diedro, con i piani di coda disposti nella configurazione a “T”.

Vista e dimensioni del Piaggio P180 Avanti II
Vista e dimensioni del Piaggio P180 Avanti

Le alette anteriori, simili a quelle di tipo canard (si differenziano da queste ultime perché sono fisse), sono parte della configurazione di sostentamento a tre superfici ed hanno la peculiarità aerodinamica di stallare prima che stallino le ali principali, ottenendo così una sicurezza già di design.

Gruppo propulsore

Le due eliche Hartzell HC-E5N sono a 5 pale, controrotanti e azionate da due motori turboelica Pratt & Whitney PT6A-66B dalla potenza di 850 SHP ciascuno.

Interessante notare che, grazie al posizionamento dei motori davanti alle eliche, quest’ultime non hanno bisogno di sistemi anti-ghiaccio. Sono infatti riscaldate dal flusso di aria calda che proviene direttamente dagli scarichi dei motori.

Avionica

Il Piaggio P180 Avanti II è dotato dell’EFIS Collins ProLine 21, che fornisce informazioni aggregate sui dati di volo distribuite su tre display da 8×10 pollici. Il glass cockpit include inoltre le seguenti unità:

  • MFD – Multi Function Display
  • RSS – Radio Sensor System
  • FMS-3000 – Flight Management System
  • Collins RTA-852 Turbulence Detection Radar
  • MDC-3110 Maintenance Diagnostic System
  • TCAS e TAWS – Traffic Collision Avoidance Systems
Glass cockpit del P180 Avanti II
Glass cockpit del P180 Avanti II

Certificazioni

L’aeromobile è conforme ai requisiti dell’EASA CS-23 e di FAR parte 23.

È certificato dalle autorità dell’Unione Europea, degli Stati Uniti e del Canada nella categoria dei trasporti per operazioni VFR, IFR e per il volo in condizioni di formazione di ghiaccio.


Il Piaggio P180 Avanti II è inoltre conforme ai requisiti di funzionamento RVSM ed è approvato per l’avvicinamento in CAT II e per approcci ripidi.

Scheda tecnica in configurazione standard

Engines (x2)PT6A-66B – 850SHP
Propellers (5 blades)Hartzell HC-E5N
Maximum Take-Off Weight5,239 kg
Maximum Landing Weight4,965 kg
Maximum Ramp Weight5,262 kg
Useful Load1,769 kg
Maximum Payload862 kg
Take-Off Distance (S.L., ISA)869 m
Landing Distance (S.L., ISA)872 m
Rate Of Climb (S.L., ISA)899 m/min
Service Ceiling (both engines)40000 ft (12190 m)
Maximum Speed737 km/h
Manoeuvring Airspeed (Va)368 km/h
Stall Speed (Vso)172 km/h
Minimum Control Airspeed (Vmca)185 km/h

Riferimenti:

https://www.tc.gc.ca/media/documents/ca-publications/TP1490E.pdf

https://www.collinsaerospace.com/what-we-do/Business-Aviation/Flight-Deck/Pro-Line-21


Piaciuto l'articolo?

Se sei interessato ad articoli come questo puoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato. Non faremo alcun spam. Promesso!

Come si diventa pilota di aerei?

Così vuoi diventare pilota di aerei? E’ davvero una gran bella notizia! Essere ai comandi di un aeromobile è una delle migliori esperienze che si possano fare nella vita.

Come diventare pilota di aerei di linea? In questo articolo spiegheremo tutti i passaggi fondamentali.
Come si diventa pilota di aerei? Photo by Unsplash

La condotta di un aeromobile, tuttavia, contrariamente a quanto si pensi, non è necessariamente una realizzazione per tutti. C’è una bella differenza tra “vorrei diventare pilota” e farlo veramente; l’addestramento per condurre un aereo o un elicottero infatti richiede la giusta attitudine, autocritica, impegno e costanza.

In questo articolo cerchiamo di spiegare il punto su come diventare pilota di aerei o di elicotteri.

Prima di tutto è necessario partire dai requisiti normativi per poter accedere ai corsi erogati dalle scuole di volo approvate (Approved Training Organisations ATO) dall’ ENAC, l’ente responsabile della regolamentazione aeronautica nel nostro paese.

Dobbiamo essere certi di avere i requisiti psicofisici per poter pilotare un aereo. Le visite mediche per il personale di volo, secondo quanto stabilito dall’ ENAC, possono essere effettuate nei centri aeromedici approvati denominati AMC (AeroMedical Center).

Dobbiamo essere certi di avere i requisiti psicofisici per poter pilotare un aereo. Le visite mediche per il personale di volo, secondo quanto stabilito dall’ ENAC, possono essere effettuate nei centri aeromedici approvati denominati AMC (AeroMedical Center).

Le visite mediche per l’idoneità psico-fisica si distinguono in base alla tipologia di licenza di pilotaggio che si intende ottenere e sono:

  • Certificato medico di 1° Classe – Destinato al pilotaggio di linea e commerciale (licenze ATPL, CPL)
  • Certificato medico di 2° Classe – Destinato al pilotaggio privato (licenza PPL)

In entrambe i casi, la prima visita medica viene fatta sempre ai Centri Aeromedici dell’ Aeronautica Militare, successivamente i rinnovi, possono essere svolti nelle strutture ambulatoriali certificate.

La lista dei centri aeromedici certificati dall’ENAC, è disponibile qui.

E ora che abbiamo il certificato medico?

Ben fatto! Ora hai tutte le carte in regola per essere un pilota. Non resta che scegliere la scuola di volo che fa per te.

La scelta della scuola di volo a cui affidare la propria formazione è decisiva. Non scegliete quella “soltanto” più economica, ma cercate di capire il livello di competenza degli istruttori chiedendo a chi già è stato allievo.

Non per essere dei Top Gun ma in generale dovreste ambire a diventare i migliori piloti, e la giusta istruzione vi aiuta. A maggior ragione per coloro che vogliono diventare piloti di linea ma è altrettanto valido anche per chi vuole volare per scopi turistici.

Noi di AG Italia vi consigliamo i corsi della accademia di volo Asteraviation, riconosciuta Flight Academy dove potrete ottenere la licenza ATPL che è quella richiesta per diventare pilota di aerei di linea.

Costi e spese, come mi finanzio la scuola di volo?

La scuola di volo costa, ma non è necessariamente un’attività destinata esclusivamente ai ricchi. Su questo punto è importante soffermarsi a riflettere sul perché ottenere una licenza di volo costi così tanto.

Ci sono dei costi importanti per gestire una scuola di volo, acquistare gli aerei per l’addestramento, occuparsi della manutenzione ordinaria e straordinaria dei velivoli, hangaraggio e la retribuzione dello staff specializzato (istruttori e manutentori).

Quando state spendendo soldi per la scuola di volo, in realtà state spendendo soldi per investire in voi stessi: state pagando per farvi insegnare a volare.

Non è mai consigliabile risparmiare sui costi di formazione. Specie se i formatori devono insegnarvi a volare.

Quando state spendendo soldi per la scuola di volo, in realtà state spendendo soldi per investire in voi stessi: state pagando per farvi insegnare a volare…

Per coloro che non dispongono di denaro da parte per pagarsi le licenze e non sanno da dove iniziare, non demordete.

Sappiate che ci sono tanti lavori che si possono fare per potersi pagare gradualmente le licenze e sostenere autonomamente i costi.

Inoltre, le scuole di volo, sono convenzionate con gli istituti di credito più importanti ai quali potrai richiedere un prestito per finanziare il tuo addestramento per il conseguimento della licenza di Pilota di Linea ATPL.

Un esempio di finanziamento agevolato è BNL Futuriamo.

Ma allora ne vale la pena?

Questa è la domanda che alcuni potrebbero porsi. Vale la pena? Questo dovete deciderlo voi, voi sapete chi siete e chi volete diventare.

La passione per l’aviazione, per gli aerei, qualora perseguita è l’inizio di un cambiamento profondo che non tutti sono pronti ad accogliere.

La domanda che dovreste porvi invece è:

Tra dieci anni, guardandovi alle spalle, quale scelta avreste voluto fare? Avreste voluto intraprendere il percorso per una carriera da pilota, faticando e scontrandovi con innumerevoli frustrazioni e difficoltà ma coronare comunque il sogno del volo? Oppure avreste preferito lasciar perdere?

Tra dieci anni, guardandovi alle spalle, quale scelta avreste voluto fare? Avreste voluto intraprendere il percorso per una carriera da pilota, faticando e scontrandovi con innumerevoli frustrazioni e difficoltà ma coronare comunque il sogno del volo? Oppure avreste preferito lasciar perdere?

Fatecelo sapere nei commenti!

Buon volo a tutti


Riferimenti:

https://www.enac.gov.it/

https://www.enac.gov.it/documenti/elenco-aemc-centri-aeromedici-aeronautica-militare

https://www.enac.gov.it/sicurezza-aerea/certificazione-del-personale/medicina-aeronautica/ame-aemc-elenco-medici


Piaciuto l'articolo?

Se sei interessato ad articoli come questo puoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato. Non faremo alcun spam. Promesso!