Tag Archives: aeromobili

Piaggio P180 Avanti II, il mito italiano

Uno dei migliori velivoli executive e da trasporto mai realizzati è il Piaggio P180 Avanti II, il bimotore turboelica costruito dall’italiana Piaggio Aerospace.

Piaggio P180 Avanti II - immagine frontale
Photo credits to Piaggio Aerospace

Panoramica

Progettato e sviluppato dall’ingegnere aeronautico Alessandro Mazzoni a partire dal 1980, il Piaggio P180 Avanti II è uno dei velivoli più versatili in circolazione ed è attualmente in dotazione alle principali istituzioni nazionali (Polizia di stato, Carabinieri, Aeronautica Militare, ENAV) ed internazionali.

La configurazione a tre superfici portanti, denominata 3LSC o Three-Lifting-Surface-Configuration, è stata brevettata proprio dall’ingegnere Mazzoni che ne detiene tutt’ora i diritti dal 1988.

Piaggio P180 Avanti II - Configurazione a tre superfici portanti
3LSC o Three-Lifting-Surface-Configuration, il brevetto dell’ing. Alessandro Mazzoni

Descrizione

Il Piaggio P180 Avanti II è un bimotore turboelica pressurizzato, con eliche spingenti e con tre superfici portanti. La configurazione ad eliche spingenti stata è ripresa dai velivoli P-136 e P-166 con lo scopo principale di ridurre il rumore delle eliche percepito dai passeggeri in cabina.

La capacità di trasporto, in configurazione standard è fino a 11 passeggeri (piloti inclusi) e la configurazione alare è di tipo trapezoidale ad angolo diedro, con i piani di coda disposti nella configurazione a “T”.

Vista e dimensioni del Piaggio P180 Avanti II
Vista e dimensioni del Piaggio P180 Avanti

Le alette anteriori, simili a quelle di tipo canard (si differenziano da queste ultime perché sono fisse), sono parte della configurazione di sostentamento a tre superfici ed hanno la peculiarità aerodinamica di stallare prima che stallino le ali principali, ottenendo così una sicurezza già di design.

Gruppo propulsore

Le due eliche Hartzell HC-E5N sono a 5 pale, controrotanti e azionate da due motori turboelica Pratt & Whitney PT6A-66B dalla potenza di 850 SHP ciascuno.

Interessante notare che, grazie al posizionamento dei motori davanti alle eliche, quest’ultime non hanno bisogno di sistemi anti-ghiaccio. Sono infatti riscaldate dal flusso di aria calda che proviene direttamente dagli scarichi dei motori.

Avionica

Il Piaggio P180 Avanti II è dotato dell’EFIS Collins ProLine 21, che fornisce informazioni aggregate sui dati di volo distribuite su tre display da 8×10 pollici. Il glass cockpit include inoltre le seguenti unità:

  • MFD – Multi Function Display
  • RSS – Radio Sensor System
  • FMS-3000 – Flight Management System
  • Collins RTA-852 Turbulence Detection Radar
  • MDC-3110 Maintenance Diagnostic System
  • TCAS e TAWS – Traffic Collision Avoidance Systems
Glass cockpit del P180 Avanti II
Glass cockpit del P180 Avanti II

Certificazioni

L’aeromobile è conforme ai requisiti dell’EASA CS-23 e di FAR parte 23.

È certificato dalle autorità dell’Unione Europea, degli Stati Uniti e del Canada nella categoria dei trasporti per operazioni VFR, IFR e per il volo in condizioni di formazione di ghiaccio.


Il Piaggio P180 Avanti II è inoltre conforme ai requisiti di funzionamento RVSM ed è approvato per l’avvicinamento in CAT II e per approcci ripidi.

Scheda tecnica in configurazione standard

Engines (x2)PT6A-66B – 850SHP
Propellers (5 blades)Hartzell HC-E5N
Maximum Take-Off Weight5,239 kg
Maximum Landing Weight4,965 kg
Maximum Ramp Weight5,262 kg
Useful Load1,769 kg
Maximum Payload862 kg
Take-Off Distance (S.L., ISA)869 m
Landing Distance (S.L., ISA)872 m
Rate Of Climb (S.L., ISA)899 m/min
Service Ceiling (both engines)40000 ft (12190 m)
Maximum Speed737 km/h
Manoeuvring Airspeed (Va)368 km/h
Stall Speed (Vso)172 km/h
Minimum Control Airspeed (Vmca)185 km/h

Riferimenti:

https://www.tc.gc.ca/media/documents/ca-publications/TP1490E.pdf

https://www.collinsaerospace.com/what-we-do/Business-Aviation/Flight-Deck/Pro-Line-21


Piaciuto l'articolo?

Se sei interessato ad articoli come questo puoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato. Non faremo alcun spam. Promesso!

Texas Aircraft allo sviluppo di un velivolo elettrico

Texas Aircraft, l’azienda brasiliana specializzata nella costruzione di velivoli sportivi e ultraleggeri, sta sviluppando un nuovo aeromobile elettrico ad ala alta costruito interamente in metallo in collaborazione con OXIS Energy e British Lithium-Sulphur, entrambi società specializzate nella costruzione di batterie e accumulatori di ultima generazione.

L’eColt è un velivolo elettrico ad ala alta basato sul popolare biposto Colt S-LSA

Il velivolo sarà progettato e sviluppato presso lo stabilimento Texas Aircraft Manufacturing di Campinas, mentre le celle della batteria Li-S saranno realizzate presso lo stabilimento OXIS di Juiz de Fora, entrambi in Brasile.

Le aziende coinvolte nel progetto hanno grandi speranze per le prestazioni del velivolo soprattutto per quanto riguarda la tecnologia degli attuali sistemi di propulsione elettrica.

OXIS prevede infatti che l’eColt avrà una durata superiore a due ore e un range approssimativo di 200 miglia nautiche.

L’uso dello zolfo, un materiale non conduttivo, dovrebbe fornire una maggiore sicurezza e dimostrarsi più efficiente dell’attuale tecnologia agli ioni di litio.

Tra gli altri vantaggi, la batteria da 90 kWh di eColt dovrebbe essere più leggera del 40% rispetto all’equivalente agli ioni di litio.

L’eColt è un velivolo elettrico ad ala alta basato sul popolare biposto Colt S-LSA

Notizia di Pilot (Traduzione e adattamento di AG Italia)


Riferimenti:

https://www.pilotweb.aero/news/texas-aircraft-eplane-announced-1-6833112


Piaciuto l’articolo?

Se sei interessato ad articoli come questo puoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato. Non faremo alcun spam. Promesso!

Beechcraft Baron G58, il bimotore di lusso

Il Beechcraft Baron G58 è il bimotore di lusso costruito dalla Beechcraft Corporation, l’azienda aeronautica statunitense nata nel 1932 a Wichita in Kansas. La Beechcraft, nel corso della storia, ha costruito numerosi aeromobili tra i quali il King Air, il…

Questo è un contenuto per abbonati e devi essere loggato per visualizzarlo.

Se non ti sei ancora registrato clicca qui: Registrati

Pilatus PC-6, il leader mondiale nello STOL

Costruito dalla Pilatus Aircraft, il Pilatus PC-6 è uno degli aeromobili da trasporto e utility più apprezzati di sempre.

Pilatus Porter PC-6 in volo
Pilatus Porter PC-6 in volo

Panoramica

Il PC-6 è un monomotore turboelica ad ala alta e carrello biciclo. La capacità di volare ad alte quote, di atterrare e decollare su piste corte, non preparate, l’ampia capacità di carico e la caratteristica versatilità, ha fatto sì che questo velivolo si guadagnasse il titolo di uno dei migliori velivoli STOL.

E’ impiegato in tutto il mondo come aeromobile per il trasporto merci, soccorso, aiuto umanitario e per il paracadutismo. E’ in dotazione alle flotte aeree delle forze armate svizzere, francesi e statunitensi.

Un PC-6 Turbo Porter in Nepal - photo by Pilatus Aircraft Ltd
Un PC-6 Turbo Porter in Nepal – photo by Pilatus Aircraft Ltd

Descrizione

Il primo prototipo è stato sviluppato nel 1959. Inizialmente equipaggiato con un motore a pistoni a sei cilindri contrapposti Avco Lycoming GSO-480-B1A6 da 340 CV, a partire dal 1964 fu sostituito con motori a turbina, il primo della linea è stato il Pratt & Whitney PT6A-6A da 550 SHP.

Vista e dimensioni per Pilatus Porter PC-6
Vista e dimensioni per Pilatus Porter PC-6 – photo by Pilatus Aircraft Ltd

L’efficienza del motore a turbina, specialmente ad alte quote, ha consentito di superare i limiti di peso, consumi e performance dovuti dall’impiego del motore a pistoni.

Gruppo propulsore

Il PC-6, nello specifico il modello B2 che è attualmente in produzione, è equipaggiato con un motore a turbina Pratt & Whitney PT6A-27, composto da un compressore assiale a tre stadi. Il primo stadio è il compressore centrifugo che aziona la turbina a reazione, un’altra turbina a singolo stadio aziona l’albero motore dove è montata l’elica, una Hartzell HC-B3TN-3D.

Il carburante è spruzzato nella camera di combustione da 14 ugelli montati attorno alla scatola del generatore del gas. La combustione avviene grazie all’unità di accensione e due iniettori.

Spaccato di un motore PT6A-27
Spaccato di un motore PT6A-27

Al momento del touchdown è possibile ottenere una spinta inversa parziale o totale sollevando o ritardando il comando della potenza motore.

Avionica

Il PC-6 è dotato di glass cockpit Garmin G950 che fornisce al pilota informazioni aggregate suddivise in due display LCD, quali indicazioni di volo, stato del motore, dati di navigazione, dati meteorologici, di traffico e di conformazione del terreno.

Cockpit del PC-6
Cockpit del PC-6 – photo by Pilatus Aircraft Ltd

Scheda tecnica in configurazione standard

EnginePT6A-27 – 550 SHP
PropellerHartzell HC-B3TN-3D
Max Take-Off Weight2,800 Kg
Max Landing Weight2,660 Kg
Max Payload1,200 Kg
Max Payload With Full Fuel1,080 kg
Take-Off Distance Over 15 m Obstacle (STOL)440 m
Landing Distance Over 15 m Obstacle (STOL)315 m
Max Rate of Climb5.13 m/sec
Max Cruise Speed232 km/h
Stall Speed (Vs)107 km/h
Max Altitude7,620 m
Scheda tecnica standard del Pilatus PC-6 B2

Video

Nel seguente video, il Pilatus PC-6 dalla linea aerea AMA – Associated Mission Aviation in azione in Indonesia Orientale. In questo contesto è utilizzato per missioni di trasporto di beni essenziali, di persone e per operazioni di soccorso.


Riferimenti:

https://www.pilatus-aircraft.com/data/tech_pub/PC-6%20PIM%2001820%20R08.pdf

http://theparoenhouse.blogspot.com/2015/05/engine-pt6a-27.html

http://blog.covingtonaircraft.com/2015/11/17/aircraft-powered-by-the-pt6a/

http://static.garmin.com/pumac/G950IntegratedSystem_CockpitReferenceGuide.pdf

http://www.pc-6.com/history/740.htm


Piaciuto l’articolo?

Se sei interessato ad articoli come questo puoi iscriverti alla newsletter e rimanere aggiornato. Non faremo alcun spam. Promesso!